Ho visto un posto che mi piace …

… si chiama Villa Moretti … Splendida location sita ai piedi del Grande Fiume Po. Anche quest’anno, come l’anno scorso ( visto i risultati …) e’ stata scelta come sede del raduno in occasione del ritiro pre-campionato stagione 2010-2011. Altra ragione per la quale e’ stata scelta questa sede, e’ anche l’altissima professionalita’ ed efficienza dello staff di Villa Moretti, in grado di “accontentare” a 360 gradi, qualsiasi tipo di esigenza di un gruppo sportivo, e non solo. Lo staff di Villa Moretti infatti ( sapientemente diretta dall’Art Director Moro …), e’ in grado di organnizzare perfettamente tutto, dal programma di preparazione fisica, al programma fitness, per poi passare al wellness-relax, fino ad arrivare alla ristorazione ( sublime), il tutto in un’atmosfera da favola, dove regnano serenita’ e armonia… Ma andiamo per gradi. Ritrovo alle ore 19,20 ( qualche minuto di ritardo e’ ormai di prassi ) e partenza per la prima sgambata alle ore 19,45. Partecipanti al circuito ( 3 km), tracciato dall’Art Director Moro, manco a dirlo, sono: Maurizio Moretti (( in veste di preparatore atletico ), il capitano del 5 Christian Orlandini, il neo acquisto nonche’ gradito ritorno di Igor Marchetti, l’inossidabile Loris Caleffi, un gia’ in forma Fabrizio Reami, cosi come Saurone Ferraresi ( tirato a lucido) ed Emanuel Tirelli. Non potevano mancare alla “prima”, lo Sponsor Marco Cavicchioli, il mister Massimo Ferrari, il sottoscritto Stefano Calciolari e … un graditissimo ritorno, Tiziano Cantarini, che dopo un periodo di vicissitudini ha voluto essere presente e partecipe del gruppo. Una volta partiti, i bookmakers si scatenavano con le scommesse su chi non sarebbe arrivato alla fine del circuito. Quelli che godevano di scarsa fiducia erano 3: il sottoscritto, mister Ferrari e Saurone (quest’ultimo il “candidato n.1″). Al km. 1,5 ecco mister Ferrari che comincia ad annaspare e alla fine della salita dell’argine da’ forfait ed abbandona il gruppo dei corridori. Caso strano, piu’ unico che raro, Ferrari va’ piu’ veloce camminando di passo che non di corsa … Infatti ogni volta che uno del gruppo guarda indietro per assicurarsi che il mister non abbia tirato le cuoia, lui e’ li, appena dietro e cammina … Veramente un caso da studiare … Al km.2 anche il sottoscritto ha le gambe e non solo che chiedono di rallentare ( e’ da molto tempo che non corrono …), ma davanti a me vedo Sauro che va’ come un leprotto e non ne vuole sapere di fermarsi, ma anzi, punta dritto al traguardo … In questo preciso momento una voce dentro di me dice:” Non vorrai mica fermarti, vero? Proprio ora che Sauro e’ davanti a te, vero?”… “Giammai!!!” rispondo … Stringo i denti e non mollo, e alla fine si arriva al sospirato traguardo (Villa Moretti ). Intanto sono arrivate altre facce nuove: il neo acquisto Christian Chiozzini, Paolo Pinotti ed un abbronzatissimo Bobo Negrelli, appena rientrato da una vacanza-avventura con il compagno di squadra Gabriele Bottazzi ( momentaneamente assente giustificato causa disfacimento-valigie). Una volta radunato tutto il gruppo, sempre agli ordini del preparatore Moretti, vengono svolti gli esercizi di stretching, addominali, allungamenti ecc., … Ma tutti ormai, hanno il pensiero rivolto alla fase successiva … La fase wellness-relax … ( fine prima parte) …
TO BE CONTINUED … ( forse)

Permanent link to this article: http://www.calcettoquistello.it/ho-visto-un-posto-che-mi-piace/

2 comments

  1. Quello di Ferrari è veramente un caso da studiare, ho riflettuto per diversi giorni ma non ho trovato una spiegazione logica! A turno ci voltavamo di scatto e, se correndo lo si perdeva, di camminata ci incalzava e sembrava quasi stesse studiando il sorpasso!! Cosa dici Checo, magari non sulla fascia, ma centrocampista all’Aleinikov se tiene quel passo potrebbe dir la sua no??

    • CHECO on 8 Settembre 2010 at 23:06

    … Lo vedo meglio alla ” Gazza” Gascoigne … ( vista la pancetta…)…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

+ 26 = 27